Una perizia pagata 4 euro l'ora: compenso equo, questo sconosciuto

L'incarico forse più delicato nell'ambito delle Scienze Forensi e, nello specifico, dell'Ingegneria Forense, è quello affidato dal Pubblico Ministero al proprio Consulente Tecnico (CT del PM) nell'ambito delle indagini preliminari, così come previsto dagli artt. 359 e 360 del Codice di Procedura Penale.

Già, perché questa fase è quasi sempre l'unica in cui la scena criminis può essere esaminata senza (o con poche) contaminazioni/alterazioni e le evidenze, sia tecniche sia investigative, che il Pubblico Ministero raccoglie (o NON raccoglie ...) determinano pesantemente l'esito delle successive fasi del processo penale.

Nonostante il ruolo fondamentale del CT del PM, in moltissime delle specializzazioni dell’Ingegneria Forense il compenso viene liquidato secondo il criterio delle vacazioni ossia al costo orario di ben 4,075 €/h (lordi, per carità, e spesso pagati con un ritardo di 12 mesi o più dal termine del lavoro).

  CNI_Estratto da Il Giornale dell'Ingegnere


Condividi